OmniDecor a Maison&Objet Paris 2024

Con Pebbles, la collezione di specchi, candlestick e coffee table disegnati da Kiki & Joost per OmniDecor, l’esperienza dell’azienda - ormai punto di riferimento internazionale nel mercato del vetro satinato, decorato e colorato per l’architettura contemporanea - trova nella creatività della coppia olandese la chiave interpretativa per dar vita ad oggetti di glass design unici nel loro genere. 

Ma la funzionalità e l’eleganza del vetro vestono anche le novità di prodotto dell’anno appena concluso. I vasi Yūrei disegnati da Lidia Covello e Alberto Gaiotto si inseriscono nella scenografia trasparente e ritmata dalla presenza di Bōru, i nuovi paraventi progettati sempre da Lidia Covello per OmniDecor.

Nell’accostamento del vetro e del metallo leggero utilizzati perYūrei, OmnIDecor racconta l’applicabilità del vetro nella progettazione di elementi di arredo. Mentre, nell’alternanza di lastre di vetro diverso (DecorOpal, Bondi, Riga e Specchio) accostate tra loro nei paraventi Bōru, il vetro viene esaltato come elemento architettonico e funzionale.

Il Giappone lascia spazio ad un'altra influenza molto forte: il contrappunto pittorico dell’astrattismo, ottenuto dalle forme geometriche di varie tonalità di DecorOpal scelte sapientemente da Lidia Covello attraversano le superfici trasparenti del vetro OmniDecor creando cinque micro installazioni che, ancora una volta, ricordano allo spettatore le potenzialità artistiche del vetro inteso come elemento di glass design da collezione.

Tags