Grandi novità per il Bigmat International Architecture Award

A dieci anni dalla sua prima edizione, il Premio Internazionale di Architettura BigMat si rinnova: nuovo format, una nuova categoria e nuovi premi per essere sempre più vicini al mondo dell’architettura in tutte le sue forme e dimensioni, dalla grande alla piccola scala.

Sono aperte le iscrizioni al BigMat International Architecture Award ’23 che, giunto alla sua sesta edizione, festeggia la prima decade dalla nascita con una grande novità e la riconferma di un ruolo di prestigio tra i principali concorsi europei.

Ideato e promosso dal Gruppo BigMat, il premio biennale si è costantemente rinnovato dal 2013 a oggi per essere sempre più rappresentativo del mondo dell’architettura.

La sfida all’insegna del buon costruire e del comfort abitativo già nell’edizione del 2021 – che ha segnato il record di quasi 1.000 progetti candidati – si era configurata in una veste più innovativa, per promuovere l’eccellenza architettonica, non solo delle grandi opere e degli interventi più prestigiosi ma anche dei progetti di piccola scala che contraddistinguono la nostra quotidianità.

Sulla scia di questo percorso di avvicinamento all’architettura di ogni “dimensione e scala”, BigMat conferma per la sesta edizione del BMIAA ’23 l’attenzione per le opere di qualsiasi categoria che abbiano contribuito in maniera considerevole alla cultura architettonica contemporanea. Dagli interventi di scala più imponente all’edilizia di “tutti i giorni” a cui la rivendita BigMat è strettamente connessa. BigMat supporta l’architettura di qualità nelle sue diverse declinazioni premiando tutte le opere che sono state in grado di contribuire a ridisegnare il paesaggio urbano con spazi che trasmettono i valori di innovazione, sostenibilità, comfort, benessere abitativo ed efficienza energetica.

Le novità: nuova categoria e nuovo gran premio

BigMat raddoppia i riconoscimenti internazionali assegnati, con l’obiettivo di valorizzare parallelamente entrambe le categorie della piccola e grande scala. Il BIMAA’23 prevede, infatti, la consegna di due Gran Premi di Architettura, ognuno dal valore di 30.000 euro: uno premierà specificatamente i progetti della categoria “Architettura residenziale su piccola scala”, mentre l’altro sarà dedicato a tutte le altre opere architettoniche della categoria “Grandi opere di architettura”.

Anche la definizione “piccola scala” si raffina ulteriormente, per ampliare le possibilità di candidatura e meglio rappresentare il contesto architettonico europeo. Sono, infatti, contemplate nella categoria Architettura residenziale su piccola scala le abitazioni unifamiliari (nuova costruzione o ristrutturate/ampliate) e i progetti residenziali su piccola scala con fino a un massimo di 12 unità residenziali e/o un massimo di 1.200 m2 costruiti totali.

Tutte le informazioni sul BigMat International Architecture Award ’23 sono disponibili al sito: www.architectureaward.bigmat.com