Bernhardt&Vella firma il progetto di interior Casa Rugiano

Bernhardt&Vella firma il progetto di interior Casa Rugiano, spazio dedicato all’esposizione degli arredi del brand all’interno dell’azienda, presentando una visione dell’abitare preziosa e sofisticata. Alcuni fra i prodotti più identitari di Rugiano dialogano con elementi architettonici dal forte statement, arredi su misura e pezzi unici.

"Abbiamo voluto lavorare su un concetto di eleganza calda e informale, - affermano Paola Vella ed Ellen Bernhardt - ma anche su una rigorosa ricerca di qualità e un'attenzione estrema ai dettagli che si traducono in un approccio marcatamente artigianale. L’obiettivo è stato di creare un senso di serenità negli interni, l'effetto rassicurante dei riferimenti al passato si mescola con intuizioni creative che esprimono appieno la personalità di chi li abita."

Lo spazio mette in scena uno spaccato del quotidiano caratterizzato da materiali pregiati e dettagli ricercati. Gli ambienti vengono esaltati da volumi geometrici e netti, in una sorta di galleria dallo scenografico effetto prospettico, conferendo al progetto personalità e carattere. Materiali eleganti come il bronzo, il nabuk e la seta, superfici calde e dettagli color ottone costituiscono il fil rouge del progetto. La selezione di colori spazia da nuance delicate, come il beige del pavimento in travertino, a tonalità più decise come il blu e il prugna delle boiserie in legno: sfumature che si trasformano a seconda dell’intensità della luce che varia durante il giorno.

La scalinata che porta a Casa Rugiano, con i suoi tratti decisi e le chiare tonalità del marmo, conferisce eleganza all’intero contesto.

Protagonista della zona cucina è la grande isola in marmo Valentine grey realizzata su disegno da Bernhardt&Vella, che risalta al centro della sala risultando, grazie anche all’ampio piano sospeso, sorprendentemente leggera. I sistemi storage in ottone brunito a tutta altezza, realizzati su misura, dialogano con i colori usati all’interno dello spazio, in contrasto con il pavimento in travertino. Il marmo scelto per la cucina trova eco nella cornice decorativa, sempre in Valentine gray, che disegna la porta della stanza.

La zona giorno valorizza al massimo gli ampi spazi e le vetrate affacciate sul verde grazie all’armonia di differenze cromatiche tra gli oggetti d’arredo: la boiserie blu avio impreziosita da dettagli in ottone trova la sua controparte nella scelta di tessili leggeri e tappeti dalle tonalità morbide. Le curve sinuose e delicate del divano Pierre sono accompagnate dal perimetro della base in ottone brunito, ripreso anche dalla lampada Liberty. Al centro della composizione, il tavolino Field dal design geometrico e deciso, richiama l’effetto metallico dei dettagli degli altri arredi e degli elementi architettonici.

I prodotti di Rugiano della zona living, tutti disegnati da Bernhardt&Vella, vengono accostati ad una serie di pezzi di modernariato, come le iconiche poltroncine pieghevoli in legno disegnate da Giò Ponti e i pouf, e pezzi unici, come il tavolino in radica.

La sala da pranzo, alla quale si accede attraverso eleganti pareti scorrevoli realizzate in pelle con dettagli in ottone, mantiene il gioco di boiserie che vira questa volta sui toni del prugna, accostati ad una pavimentazione in legno scuro. In primo piano, Il tavolo in palissandro e le sedute disegnate da Gianfranco Frattini confermano la scelta dell’ottone, questa volta in una versione più brillante, come segno distintivo dell’intero progetto. A chiudere il racconto dello spazio dining, una lampada di Massimo Vignelli per Arteluce con frange tessili e un tappeto, ammorbidiscono lo spazio confermando il dna delle progettiste, sempre alla ricerca di ispirazioni dal passato ma con uno sguardo verso l’abitare del futuro.

L’idea mira non solo a esporre i pezzi del brand, ma a ricreare un ambiente conviviale che sia di ispirazione per architetti, interior designer e clienti privati.