Acciaio Inox e cementine: i contrasti di una casa di ringhiera milanese

Porta Genova, una delle cinque Porte storiche di Milano e parte del più ampio distretto dei Navigli, è una delle zone divenute nel tempo più alla moda della città meneghina. In questa cornice, si inserisce la ristrutturazione di una suggestiva ‘casa di ringhiera’, che ha saputo valorizzare e conservare gli elementi caratteristici dell’abitazione originale aggiungendo tocchi di modernità e sistemi all'avanguardia come contraltare.

Il proprietario, un fashion designer amante dello stile vintage, ha voluto, infatti, personalizzare ogni stanza con decorazioni, mobili e complementi capaci di creare un piacevole contrasto tra antico e contemporaneo.

Tra accenti e finiture d'antan, come l'intonaco effetto used e il pavimento autentico degli anni ’60, spicca ad esempio la cucina Atelier di Abimis, che con le sue pareti effetto anticato, riflette questo approccio stilistico e promuove un ambiente caldo e ‘raccolto’ seppur definito dall'acciaio Inox AISI 304, in versione orbitata.

Con le tipiche ante squadrate e il design rigoroso e formale, che suggerisce un’immagine pulita e ordinata, questa versione a parete di Atelier è composta da due pratici moduli, posti uno di fronte all’altro, per rendere centrale lo spazio dining.

Il primo, dotato di spazi contenitivi, vede area di lavoro, zona di cottura e lavaggio convivere sullo stesso piano, mentre il secondo è stato configurato per integrare il forno e accogliere altri vani di stoccaggio, l’intero piano può essere qui utilizzato come un ulteriore e più ampio spazio per svolgere le diverse attività quotidiane.

Atelier è stata volutamente progettata priva di pensili superiori, per assicurare una maggiore libertà visiva e rendere la cucina protagonista dello spazio. L’eleganza di questa declinazione di Atelier contribuiscono a enfatizzare l’atmosfera sofisticata e il mood vintage dell’intera abitazione.

Photo credits: Matteo Cirenei

Tags

Riviste